Sfratto per morosità per mancato pagamento dei canoni di locazione

«In relazione ai contratti di locazione ad uso abitativo il legislatore ha operato una predeterminazione legale della gravità dell’inadempimento contrattuale per mancato pagamento dei canoni alle rispettive scadenze contrattuali idonea a legittimare la pronuncia di risoluzione contrattuale, ex art. 5 L.392/1978, per il mancato pagamento del canone di locazione decorsi venti giorni dalla scadenza prevista, ovvero il pagamento, nei termini previsti, salva la sanatoria ex art. 55 della L. cit. e per gli oneri accessori, quando l’importo pagato superi quello di due mensilità del canone: ciò costituisce motivo di risoluzione ai sensi dell’art. 1455 c.c.». Così Tribunale Pisa, sentenza n. 537 del 04/05/2017.

 


Per informazioni e chiarimenti, puoi utilizzare questi moduli per:

    richiedere informazioni
    richiedere un preventivo
    richiedere un parere legale on-line
    prenotare un appuntamento
    consultare altre materie

I consigli ed i commenti sono bene accetti.