L’appello avverso la sentenza di separazione

L’appello avverso la sentenza di separazione

  In materia di appello avverso la sentenza di separazione personale dei coniugi, si segnala una interessante sentenza della Corte di Appello di Ancona n. 1265/2022 del 10-10-2022. Corte d’Appello di Ancona, Sentenza n. 1265/2022 del 10-10-2022 “Oggetto: appello avverso la sentenza del Tribunale di Ascoli Piceno n. ###/2021, pubblicata il 28/09/2021 e non notificata […]

La validità degli accordi prematrimoniali in vista del divorzio.

La validità degli accordi prematrimoniali in vista del divorzio.

In linea con «un sistema normativo ormai orientato a riconoscere sempre più spazi di autonomia ai coniugi nel determinare i propri rapporti economici, anche successivi alla crisi coniugale», la Cassazione – chiamata a statuire sulla legittimità di una sentenza pronunciata dalla Corte di Appello delle Marche in Ancona che si era pronunciata in favore alla validità di detto patto prematrimoniale – con la decisione n. 23713/12 inquadra in un contratto atipico con condizione sospensiva lecita, espressione dell’autonomia negoziale dei coniugi diretta a realizzare interessi meritevoli di tutela, ai sensi dell’art. 1322, secondo comma, cod. civ., l’impegno negoziale assunto dai nubendi in caso di “fallimento” del matrimonio. Nella pronuncia in esame, la Corte, tuttavia, non esprime un giudizio di validità, nel nostro ordinamento, dei patti prematrimoniali in vista del divorzio, molto frequenti in altri Stati ed, in particolare in quelli di cultura anglosassone, ma inquadra l’accordo negoziale dei nubendi in un «vero e proprio contratto caratterizzato da prestazioni e controprestazioni tra loro proporzionali (…) libera espressione della loro autonomia negoziale, estraneo peraltro alla categoria degli accordi prematrimoniali (ovvero effettuati in sede di separazione consensuale) in vista del divorzio, che intendono regolare l’intero assetto economico tra i coniugi o un profilo rilevante (come la corresponsione di assegno), con possibili arricchimenti e impoverimenti». Il fallimento del matrimonio, pertanto,  non è  «causa genetica dell’accordo, ma è degradato a mero “evento condizionale”» ed è questa, in buona sostanza, la ragione fondamentale per la quale la Corte appone il crisma della legalità alla vicenda al suo esame. Read more about La validità degli accordi prematrimoniali in vista del divorzio.

La lettura di atti per sopravvenuta impossibilità di ripetizione nel procedimento penale

La lettura di atti per sopravvenuta impossibilità di ripetizione nel procedimento penale

“Viene dedotto con il primo motivo di impugnazione che non era possibile dare lettura in dibattimento, ai sensi dell’art. 512 codice di procedura penale, delle dichiarazioni della parte offesa (…) Tale deduzione difensiva appare fondata. A norma dell’art. 512 CPP è possibile dare lettura degli atti assunti dalla polizia giudiziaria quando, per fatti o circostanze imprevedibili, ne é divenuta impossibile la ripetizione. Nel caso in esame diversi erano gli elementi che facevano invece prevedere che la parte offesa non si sarebbe presentata in dibattimento a rinnovare le dichiarazioni rese e ciò sulla base di diversi elementi oggettivi. In primo luogo non risultava alcuna residenze o domicilio della parte offesa posto che”, quest’ultimo, “aveva dichiarato che solo da un mese era ospitato presso l’imputato, senza indicare in alcun modo dove fosse ubicato il precedente domicilio; risultava certo che la parte offesa non potesse continuare a risiedere presso l’abitazione dell’imputato, posto che la stessa era stato allontanato e posto che non aveva alcun titolo per rimanervi. Inoltre la parte offesa non risultava identificata con alcun documento e dichiarava egli stesso di essere cittadino extracomunitario privo di permesso di soggiorno (…) Read more about La lettura di atti per sopravvenuta impossibilità di ripetizione nel procedimento penale

Convivenza more uxorio del coniuge, infedeltà coniugale e risarcimento del danno

Convivenza more uxorio del coniuge, infedeltà coniugale e risarcimento del danno

“L’obbligo di fedeltà è sicuramente impegno globale di devozione, che presuppone una comunione spirituale tra i coniugi, volto a garantire e consolidare l’armonia interna tra essi (in tale ambito, la fedeltà sessuale è soltanto un aspetto, ma sicuramente assai rilevante). Quanto all’addebito, esso sussiste se vi siano violazioni degli obblighi matrimoniali, di regola gravi e […]