Conflittualità tra i genitori, tollerabile disagio per i figli e affidamento congiunto

In tema di separazione personale e affidamento della prole, la regola prioritaria dell’affidamento condiviso dei figli ad entrambi i genitori, ex art. 155 c.c., è derogabile, ai sensi dell’art. 155 bis, primo comma, c.c., solo ove la sua applicazione risulti contraria all’interesse del minore, interesse che costituisce esclusivo criterio di valutazione in rapporto alle diverse e specifiche connotazioni dei singoli casi dedotti in sede giudiziaria. La mera conflittualità esistente tra i coniugi, che spesso connota i procedimenti di separazione, non preclude il ricorso a tale regine preferenziale solo se si mantenga nei limiti di un tollerabile disagio per la prole; assume, invece, connotati ostativi alla relativa applicazione ove si esprima in forme atte ad alterare e a porre in serio pericolo l’equilibrio e lo sviluppo psicofisico dei figli e, dunque, tali da pregiudicare il loro superiore interesse. Cassazione civile  sez. I, 29 marzo 2012, n. 5108.

Per informazioni e ulteriori chiarimenti, puoi:

– utilizzare questo modulo per richiedere informazioni
– utilizzare questo modulo per richiedere un preventivo
– utilizzare questo modulo per prentorare un appuntamento in studio
– vedere la sezione separazione o sezione convivenza per consultare altri post
– vedere la sezione FAQ separazione per le domande più frequenti.

Le domande, i suggerimenti e i commenti sono bene accetti.

Leggi anche:  Il diritto all'accesso alla dichiarazione dei redditi dell'altro coniuge