Scontro tra veicoli e colpa presunta.

In tema di circolazione stradale e secondo il consolidato indirizzo giurisprudenziale, la regola posta dall’art. 2054, comma 2, codice civile secondo cui «Nel caso di scontro tra veicoli si presume, fino a prova contraria, che ciascuno dei conducenti abbia concorso ugualmente a produrre il danno subito dai singoli veicoli» non impone di considerare uguale l’apporto causale colposo di ciascuno dei conducenti dei mezzi coinvolti in uno scontro soltanto perché non sia stato provato che uno dei due abbia fatto tutto il possibile per evitare il sinistro, ma consente, invece, che la colpa presunta di uno dei due possa concorrere con quella accertata dell’altro anche con apporto percentuale diverso da quello paritetico. Così, Cassazione Cassazione civile  sez. III, 12 ottobre 2011, n. 20982.